La parodontite è l’infiammazione del parodonto, cioè del sistema di ancoraggio del dente all’osso alveolare, ed è la prima causa di perdita di denti nell’adulto. L’eziopatogenesi è multifattoriale ed è legata a scarsa o cattiva igiene orale, agli stili di vita (fumo, stress,alcool), al patrimonio genetico (ereditarietà), a particolari condizioni fisiologiche (gravidanza, assunzione di farmaci). Numerosi studi scientifici hanno dimostrato una forte correlazione tra malattia parodontale e insorgenza di malattie cardiovascolari, parti prematuri, diabete.
Il trattamento della malattia parodontale, conosciuta come “piorrea”, si attua con il controllo dell’infezione, causata dai batteri e dalla loro aggressività, ovvero con il miglioramento dell’igiene orale, con sciacqui antimicrobici e terapia antibiotica locale e con il ripristino dell’attacco gengivale; quest’ultimo si ottiene con l’ablazione del tartaro sopragengivale e levigatura delle radici e nei casi dove le “tasche parodontali” sono profonde con terapia chirurgica dei tessuti molli e duri (vedi casi clinici). I risultati attesi consistono nella riduzione del sanguinamento delle gengive, aumento della stabilità dei denti, riduzione della profondità delle tasche. Nei casi in cui la malattia parodontale ha creato importanti perdite di osso, è possibile ottenere un guadagno di supporto grazie alla rigenerazione tissutale guidata che permette di utilizzare innesti di osso autologo e di banca stabilizzati da una membrana (vedi casi clinici).
A completamento della cura del parodonto, la chirurgia muco-gengivale corregge i difettidei tessuti gengivali, permettendo la copertura delle superfici radicolari esposte e il ripristino della quantità di gengiva per esigenze estetiche, protesiche, ortodontiche (vedi casi clinici).

 
 
 

Studio odontoiatrico Cioppi | Urbino, via Guido da Montefeltro, 35/G | All rights reserved